Ditta Dittura - Calzature pelletteria - VENEZIA - San Marco 943 in Calle Fiubera | Tel./Fax: 041.5231163 | massimo@ditturamassimo.191.it
Lo storico negozio
La ditta Dittura Massimo deriva da una cessione di ramo d’azienda avvenuta nell’anno 2008 tra me, Massimo, e mio padre, Dittura Gianni, il quale già nel 1950 realizzava in un laboratorio a Venezia scarpe fatte a mano e su misura. Dal 1963 ha avviato un’attività di commercio di calzature, pelletterie e riparazioni. Fu il primo negoziante in città a commerciare le famose pantofole friulane, articolo che può definirsi come caratteristico della città di Venezia.
Fin da allora, ha sempre trattato questo prodotto in modo continuativo, attirando a sè la clientela veneziana ed anche numerosi clienti provenienti dalle altre regioni d’Italia e dall’estero.
Il negozio attualmente da me occupato è sito in Venezia San Marco 943. Purtroppo nel dicembre 2017 sono stato costretto a chiudere quello storico di Dorsoduro 871, che esisteva dal 1967, vittima delle politiche commerciali in vigore negli ultimi anni a Venezia, che prediligono il commercio di oggetti per turisti rinunciando alla qualità e alla clientela veneziana.
Io però non intendo rinunciare comunque alla dedizione alla città e ai miei affezionati clienti, per cui, nonostante le difficoltà, il nuovo negozio Dittura Massimo si rinnova a San Marco 943 in Calle Fiubera.
Il negozio è ormai molto conosciuto a livello internazionale per la tipicità degli articoli in vendita nonché per l’interesse storico del luogo ed è stato segnalato in numerose pubblicazioni settoriali e guide turistiche. Cosa vendiamo
La pantofola friulana nasce come una calzatura “povera”, fatta in casa dai contadini del Friuli con materiali di recupero. È stata poi adottata nei primi del ‘900 dai gondolieri sfruttando la suola realizzata in copertone di bicicletta in quanto “antiscivolo”. Un genere di calzature simile veniva utilizzata anche ai tempi della Repubblica di Venezia, di cui il Friuli era parte, e ne è rimasta quindi la tradizione. Al giorno d’oggi le “friulane” sono utilizzate molto a Venezia come pantofola da casa.
Tuttora le “friulane” che io commercializzo sono sempre fatte artigianalmente in Friuli in laboratori specializzati. La “friulana” classica è in velluto ma oggi vengono utilizzati anche tessuti più pregiati, come la seta, reminiscenza dei commerci della Repubblica Veneta con l’Oriente. Spesso mi reco personalmente presso gli artigiani in Friuli per ritirare direttamente la merce dal produttore e valutare con loro nuove stoffe e forge particolari, tanto che la “friulana” diventa una vera e propria calzatura di pregio e può essere indossata non solo in casa ma anche all’esterno.
Il marchio tipico del prodotto in vendita è stato registrato presso la Camera di Commercio di Venezia nell’anno 2009.